blakman di blakman
VIP 9176 punti

Renato Guttuso, Crocifissione

Premiata all'ultima edizione del Premio Bergamo, nel 1942, questa provocatoria Crocifissione di Renato Guttuso - che scatenò le ire della Chiesa Cattolica, soprattutto per l'immagine nuda della Maddalena - è particolarmente significativa nella produzione dell'artista poiché riassume in sé sia la drammaticità del momento storico, sia l'anticipazione della componente ideologica che caratterizzerà la sua pittura, e più in generale il Realismo Sociale, negli anni seguenti. L'impegno civile di Guttuso si manifesta qui nella rilettura di una scena sacra tradizionale, aggiornata nel linguaggio e nei contenuti. Nell'ambito di una riflessione sui canoni e sulla funzione della pittura narrativa l'artista allude infatti, senza mezzi termini, alla crudeltà e al dolore del mondo in tempo di guerra. Guttuso sfaccetta le forme con uno stile che ricorda quello cubista e moltiplica i punti di vista per accentuare la drammaticità dell'evento e proiettare lo sguardo dello spettatore direttamente al centro dell'azione. I colori, antinaturalistici e stridenti fra loro, ricordano invece la tipica tavolozza dell'Espressionismo, evocato anche dal gioco di linee incrociate e dai contorni spigolosi e duri delle figure.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze