blakman di blakman
VIP 9176 punti

Otto Dix - Trittico della metropoli


Il Trittico della metropoli è un'opera esemplare del realismo tedesco della fine degli anni Venti e dello stile di Otto Dix, che vi esprime un'aspra critica nei confronti dei costumi berlinesi all'epoca della Repubblica di Weimar. Il pannello centrale presenta l'interno di un locale alla moda, ritrovo per lo svago di una società incentrata sul denaro, sul lusso e sul consumo. Gli avventori, connotati come ricchi borghesi, si divertono al ritmo di una jazz-band. Una donna, sovraccarica di perle e avvolta nelle plissettature del proprio scialle, sventola un grande ventaglio di piume; una coppia, al centro della pista, balla freneticamente; un'altra, seduta, guarda con indifferenza l'orchestrina; sullo sfondo, un gruppo di persone è raccolto intorno a un tavolo da gioco. Tutte le figure, in particolare le donne, sono vestite bene, con abiti sfarzosi; la loro ricchezza, esibita nel gran numero di gioielli, anelli, orecchini e collane che portano, le trasforma in una sorta di merce pregiata.

Grazie al denaro, tali personaggi riescono a rappresentarsi in modo esteriormente perfetto: ciò conferisce loro un'aura di ostentata sicurezza. Nel pannello di destra è raffigurata una grottesca parata notturna. Equivoci personaggi sembrano scendere e salire da una scala che improvvisamente si solleva dal piano ristretto della strada. Nelle due donne rispettivamente in primo e in secondo piano l'artista sottolinea fortemente il richiamo sessuale, che assume toni grotteschi. L'abito della prima, un vestito rosa con un lungo spacco verticale circondato da un collo di pelliccia, evoca nelle forme e nei colori il sesso femminile; la donna alle sue spalle mostra senza vergogna un grosso seno nudo. La colonna delle signore si muove al mutilato di guerra che rivolge un saluto militare.
Sono due realtà inconciliabili che si incontrano per caso senza entrare in contatto: quella fittizia del piacere e quella della distruzione fisica. Nel pannello di sinistra infine Dix caratterizzò con realismo un quartiere povero e malfamato. Alcune prostitute mostrano il livello più basso della sessualità, riducendo i loro corpi a merce di minimo valore. Ai segnali di allettamento sessuale rispondono segnali d'impotenza: un altro mutilato di guerra guarda fisso le donne, manifestando nel proprio viso un'espressione di desiderio che non può avere soddisfacimento; un cane gli abbaia contro, mentre un secondo uomo giace a terra ubriaco. A fare da sfondo alle figure non è più un'architettura classica, ma un banale muro di mattoni e, in lontananza, squallide vetrine e abitazioni.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017