blakman di blakman
VIP 9176 punti

Edgar Degas - L'assenzio

L'assenzio, un dipinto che mostra due amici di Degas, Marcellin Desboutin, un artista, ed Ellen André, un'attrice, seduti a un tavolino del Café La Nouvelle Athènes. Più che davanti a un ritratto, si è di fronte a un quadro di genere, una delle migliori rappresentazioni di Degas della vita parigina. I due personaggi, assorbiti dai propri pensieri, si trattengono nel locale senza dirsi una parola. La donna ha lo sguardo fisso nel vuoto e sembra infelice e malinconica, stordita dall'alcol: vicino a lei il bicchiere è ancora colmo di assenzio, ma sul vassoio posto sul tavolo alla sua destra campeggia una bottiglia vuota. L'uomo seduto accanto a lei semnra essere un clochard. Il duro realismo con cui l'artista ha saputo restituire alcuni aspetti desolanti della società contemporanea sembra ispirarsi ai romanzi di Zola.
La composizione è organizzata per rendere l'idea di un angolo di vita colto furtivamente, in un attimo. Le figure sono schiacciate verso l'angolo in alto a destra da un taglio prospettico diagonale tipico delle stampe giapponesi e del linguaggio fotografico molto apprezzato da Degas. Alle loro spalle uno specchio opaco riflette le loro sagome e la vetrata schermata da tende bianche, da cui proviene la soffusa luce diurna che illumina il café. Degas suggerì la profondità dello spazio reale ponendo il tavolo in primo piano sopra il quale sono appoggiati giornali montati su aste di legno, perpendicolarmente rispetto a quello più lontano. La linea a zig zag che viene a crearsi guida lo sguardo dell'osservatore prima a sinistra e poi a destra, facendo si che fissi la figura femminile che è la vera protagonista del dipinto.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email