Jeivet di Jeivet
Ominide 26 punti

Cubismo

Fu una delle correnti pittoriche più importanti nel XX secolo fondata da Picasso e Braque. Il termine Cubismo fu coniato casualmente da un critico che, a quell'epoca, svolgeva la funzione di mediatore fra l'artista ed il mercato.
Picasso e Braque accettarono con simpatia tale termine. Il cubismo è pura oggettività, seppur lo possiamo definire a primo impatto strambo le opere cubiste non hanno niente di astratto e di surreale in quanto la realtà è rappresentata in ogni suo singolo aspetto.
Il cubismo non era arte che poteva essere praticata da tutti bensì un'attività intellettuale riservata a pochi:
lo stile cubista infatti si proponeva di svelare la 4 dimensione umana, la memoria. L'oggetto da rappresentare veniva osservato da ogni angolazione e
dopo che le informazioni venivano immagazzinate nella memoria, l'artista le riversa sulla tela simultaneamente, per mostrarne tutti gli aspetti formali.

Cubismo analitico: prima fase del cubismo: monocromatico, totale staticità. Oggetto raffigurato sulla tela in tutte le sue varie angolazioni, frutto, appunto di un'analisi.
Cubismo sintetico: la realtà qui raffigurata è più riconoscibile, vengono affiancati ai colori sulla tela elementi reali, basti pensare per esempio al "papier collè".
Madamoiselles d'Avignon: Prendono spunto da maschere africane, le signorine vengono sintetizzate ma non è ancora cubismo.
Guernica: Manifesto antiguerra. Un po' surrealista e un po' cubista. Raffigura un tragico evento accaduto durante la guerra civile spagnola: la distruzione del paese di Guernica.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email