VIP 2446 punti

LE ORIGINI DELL’ARCHITETTURA ROMANICA

Il problema delle origini dell’architettura romanica è tuttora aperto. La spinta ideale è legata da una parte al rinnovamento spirituale che animò la Chiesa e all’incremento del culto dei santi e delle loro reliquie, la cui transazione fu all’origine di molte nuove fondazioni,dall’altra al neonato orgoglio comunale.
Dal punto di vista tecnico, decisiva è la riscoperta delle pratiche costruttive romane che si sono tramandate nelle province europee dell’antico impero e alle quali si affiancano influssi diversi,come quelli dell’architettura armena e araba,giunti in Europa attraverso i commerci e i villaggi in Oriente ancor prima delle crociate,oppure quelli dell’architettura visigota, giunti attraverso le invasioni.
Per il vario combinarsi di queste componenti, a cui si aggiungono i desideri specifici della committenza, ovvero di coloro che ordinavano e sovvenzionavano un’opera, e l’uso di materiali differenti, di solito quelli disponibili nel luogo della costruzione, l’architettura romanica presenta caratteristiche molto diverse da regione a regione.

Tuttavia è possibile individuare comuni caratteristiche tecniche, formali e simboliche che permettono di identificare il Romanico come un periodo architettonico a sé stante.

Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email