Ominide 481 punti

La cattedrale gotica in Europa


Dal 1200 in tutta Europa si comincia a parlare di gotico.
Fino al 1500 assistiamo a 3 fasi dello stile gotico, che si differenziano fra loro esclusivamente per le decorazioni: gotico antico, medio gotico e gotico fiorito. Il cambiamento che notiamo all'interno delle cattedrali è dato principalmente da un cambio e arricchimento della società e ad un innalzamento del tenore di vita.

Caratteristiche interno della cattedrale

Una vita positiva e ottimista è sinonimo di ‘colore’, la cattedrale gotica è ora illuminata da vetrate policrome fissate con il piombo fuso che irradiano lo spazio con la loro luce colorata che filtra attraverso il vetro. Aprire troppe finestre indica però anche un possibile rischio di crollo, così per scaricare il peso sono costruite delle finestre che terminano con un arco a sesto acuto, il quale terminando a punta riesce a scaricare il peso ai lati.
Per far entrare ancora più luce si eliminano anche i matronei e gli enormi pilastri sostituendoli nuovamente alle colonne che diventano di più per sorreggere il peso delle volte (che sono state dimezzate). Le colonne sono rinforzate da elementi di rinforzo semicircolari detti costoloni i quali partono da terra e arrivano all’estremità della volta creando così anche un effetto estetico di ganci che si irradiano. La cosiddetta ‘colonna a fascio’ è chiamata così proprio perché interamente circondata da costoloni.
Chi si distingueva nella società del tempo aveva nella cattedrale le tombe di famiglia, disposte in cappellette private. Inizialmente sono costruite e disposte a ‘ raggiera ‘ lungo la semicirconferenza dell’abside. Poi, per mancanza di spazio lungo l’abside, cominciano ad essere costruite anche lungo il coro che si allunga notevolmente. Ora il coro, l’abside e le navate giungono ad avere quasi la stessa lunghezza.
Per mantenere uno spazio riservato solo ai preti è costruito un corridoio di colonne chiuse da balaustro o banchi chiamato ‘deambulatorio’ in corrispondenza delle navate laterali.

Caratteristiche esterne della cattedrale

La facciata della cattedrale gotica rimane tripartita.
In corrispondenza delle navate laterali vengono messe 2 torri altissime, alte quasi il doppio della navata centrale (già molto alta di suo) che ora sembra quasi piccola.
Un’altra caratteristica della cattedrale gotica sono i portali strombati profondissimi, a forma di arco a sesto acuto. La strombatura è usata per far vedere lo spessore delle pareti e le sue decorazioni a fascio.
Il grande rosone posto sopra il portale della navata centrale è decorato con le vetrate policrome (come quelle delle finestre) e incorniciato con un’intagliatura di metallo e poi agganciata al muro.
All’esterno della cattedrale appaiono dei semiarchi, uno sopra l’altro adornati di elementi appuntiti che guarniscono il tutto, sono gli ‘ archi rampanti’ (= che si arrampicano). Cominciano ad esserci per motivi essenzialmente strutturali: le cattedrali sono altissime e con il vento (nuovo problema) c’è il rischio di oscillazione e caduta degli elementi più in alto della costruzione. Perciò, oltre ai già presenti contrafforti che sostenevano e rinforzavano le pareti esterne delle due navate laterali si aggiungono questi archi rampanti che ‘coprono’ e sorreggono l’unica parte ancora scoperta della cattedrale ossia l’esterno della navata centrale.
Per rendere più gradevole il tutto si aggiungono elementi decorativi stretti e allungati con un puntale all’estremità che a seconda della loro forma si differenziano in guglie (a base cilindrica) e pinnacoli (a base di parallelepipedo). Questi elementi sono solo a scopo decorativo.
Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email