Ominide 2387 punti

Architettura civile e religiosa

In Italia si ha un mutamento economico-sociale, l'espansione degli ordini mendicanti francescani e benedettini e nascono i comuni. Si ha la persistenza del romanico forte e l'influenza del gotico francese e tedesco.


Architettura cistercense in Italia

I Cistercensi tennero presenti non solo le esigenze di funzionalità ma soprattutto i significati simbolici. La collocazione del rosone ad oriente sta a significare Cristo, luce che sorge e illumina le genti; gli otto petali di cui è costituito ricordano il giorno ottavo ovvero il compimento finale in Cristo del disegno divino di salvezza. Le dodici colonne, che sostengono la chiesa abbaziale e delimitano le tre navate, simboleggiano i dodici apostoli, fondamento e sostegno della fede della Chiesa. L’esterno della chiesa si presenta maestoso, poiché i monaci pensavano che essa dovesse essere un inno di lode e gratitudine a Dio (Abbazia di Fiastra).

L’interno della chiesa doveva essere rigorosamente spoglio, privo di ornamenti, affreschi o arredi preziosi, in quanto tutto ciò poteva rappresentare una distrazione dalla preghiera e dalla contemplazione divina. Era a pianta basilicale a tre navate: la maggiore, divisa in campate rettangolari coperte da volte a botte, si concludeva nell'abside rettangolare; il transetto, privo di absidi, era arricchito in alcuni casi da un deambulatorio rettangolare.

Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email