Architettura gotica

Dall’Ille de France si diffuse poi in tutto il continente co una vitalità che in alcuni casi perdurò oltre il XVI secolo.
Vennero introdotti nuovi processi costruttivi segnati da:
- Grande sviluppo verticale degli edifici a dimostrare che l’uomo riesce a fare costruzioni sempre più ambite e la vicinanza a Dio ( secondo la filosofia di San Bernardo maggiore altezza equivale a una maggiore vicinanza a Dio)
- Scomparsa delle pareti sostituite da grandi vetrate istoriate che mettevano in comunicazione interno ed esterno. Infatti, con l’aumento delle campate rettangolari( sono sempre più strette),aumentano anche i punti d’appoggio, i pilastri, quindi la struttura muraria perde importanza.
Le vetrate dovevano suscitare stupore e all’ interno dovevano dare l’idea di uno spazio ultraterreno, quindi il paradiso.

- Adozione dell’arco a sesto acuto di invenzione araba.
Ha proprietà in grado di migliorare la struttura:
● Tende verso l’alto

●Componente verticale maggiore della componente orizzontale.

● L’arco a tutto sesto deve avere la campata quadrata, mentre questo a sesto acuto è libero, può essere anche rettangolare

Attraverso il linguaggio semplice l’architettura crea stupore, meraviglia, sensazione di piccolezza dell’uomo.
Poi la struttura diviene sempre più elaborata

Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email