Architettura ed arte romanica


L’arte romanica si sviluppa dall’anno mille in poi, soprattutto nello stivale.
Quest’epoca infatti fu caratterizzata da un rinnovamento culturale dovuto in parte ad un miglioramento dell’agricoltura e soprattutto dalla creazione di attività artigianali e dall’incremento di traffici commerciali.
La chiesa Romanica diviene simbolo della città in tutto e per tutto. La Chiesa diviene un luogo sobrio e accogliente.
IL romanico è uno stile caratterizzato dalla prevalenza di pieni sui vuoti, difatti una struttura di stampo romanico dona possenza e meastosità a differenza di come si vedrà successivamente nel gotico.
Le cattedrali romaniche sono luoghi semplici dedicati come abbiamo detto solo ed esclusivamente al culto.
Il principale esempio di arte romanica in Italia è senza dubbio Sant'Ambrogio:
La Basilica di Sant’Ambrogio sorge su una precedente chiesa, ha acquisito l’aspetto attuale nel corso di un radicale intervento realizzato tra il 1080 e i primi anni del XII secolo.
L’edificio romanico sfrutta le precedenti fondazioni; i lavori hanno interessato soprattutto la sala a tre navate. Dell’antico impianto perdurano il presbiterio e l’abside.
Sant'Ambrogio si presenta con una facciata a capanna, l'interno è suddiviso in tre navate e tra le campate centrali e quelle laterali si instaura un rapporto di una a quattro. Non è presente il transetto ma prima di entrare nella chiesa bisogna sorpassare un quadriportico un tempo destinato ai catecumeni (coloro che non avevano ricevuto il battesimo).
Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email