pser di pser
Ominide 5819 punti

IL TEMPIO E IL TEATRO ROMANO

A Roma, tra le diverse strutture architettoniche che vennero realizzate, una delle maggiori e sicuramente più sfruttate fu il tempio che, derivando da quello etrusco e da quello greco, presenta naos e pronaos e gli altri elementi quali ad esempio timpano e colonnato, con l’unica differenza di una statua di bronzo sulla sommità che viene chiamata acroterio, come è possibile vedere nel tempio di Vesta. Cinque sono le diverse fasi di realizzazione che il tempio poteva avere. Il teatro romano invece, non fu molto utilizzato: aveva la stessa struttura di quello greco, ma invece di sfruttare il declivio naturale di un pendio per costruire la cavea, utilizza l’arco, forma base dell’architettura romana, sia in successione che in sovrapposizione con almeno tre file di colonne per costruire una cavea artificiale; a Roma inoltre venne rappresentata maggiormente la commedia della tragedia all’interno del teatro e ben presto tale struttura, che si trova soprattutto nel periodo arcaico, fu soppiantata dall’anfiteatro.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità