Ominide 1161 punti

Scultura in età arcaica

Inizialmente, nell'età di formazione, quella precedente all'età arcaica, le sculture venivano fatte in legno, come per esempio la Soana.
In seguito nacquero in pietra e venivano soprattutto rappresentati esserei umani, dato che la società era fortemente antropocentrica.
Le statue sorridevano sempre, veniva detto sorriso arcaico, perché non sapevano ancora raffigurare il viso serio. Vi era anche una teoria sul quale queste statue venissero rappresentante sorridenti perché per i Greci era un periodo felice, di sviluppo, ma la prima teoria è quella più accreditata.
Le statue degli uomini son dette Curoi, al singolare è Curos; quelle delle delle donne son dette Corai, al singolare è Core.

Curoi

Gli uomini venivano rappresentati sempre giovani, con il corpo perfetto, nudi e nel pieno delle loro forze. Erano in piedi, con le braccia lungo i fianchi, una gamba si trovava avanti, e i pugni erano chiusi. Per esaltare la perfezione e la simmetria del corpo, i Greci disegnavano delle linee particolari su di esso, per esempio sul petto, sui glutei, sulle gambe, ecc.

Corai

Le donne presentavano sempre un vestito molto lungo, detto Chitone, e un mantello, detto Imation. I piedi erano uniti, un braccio era steso lungo il fianco, mentre l'altro era piegato sul busto come per offrire qualcosa.
Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email