Scheda comparativa "Amazzone Ferita"


Titolo: Amazzone ferita
Autore: Policleto/Fidia
Data: 440 a.C. (entrambe)
Collocazione originale: Grecia (entrambe)
Collocazione attuale: Roma, Musei Capitolini (entrambe)

Tecnica: fusione del bronzo a cera persa (entrambe)
Materiale: bronzo (entrambe)
Dimensioni: h 202 cm/h 197 cm

Linea: morbida, sinuosa, particolareggiata nella veste e nella capigliatura, definita, costruittiva, incavata nella veste, marcata/leggera, morbida, incavata nella veste, ondulata nella capigliatura
Linea di forza: le due linee delle braccia piegate, le gambe, le linee che collegano le ginochia e le caviglie, le line delle spalle, la curva che parte dalla testa e arriva al piede sinitro/la linea composta del braccio e dall'avambraccio destro, la linea dell'arco, la bisettrice del corpo, la linea della cintura della veste, le linea che collega ginocchia e caviglie

Colore: originario del bronzo (entrambe)
Luce: data dal materiale (entrambe)
Movimento: equilibrio dinamico (entrambe)
Spazio: tridimensionale(entrambe)
Volume: tridimensionale/bidimensionale, anche se c'è una ricerca della tridimensionalità
Composizione: equilibrata(entrambe)

Funzione: estetica e celebrativa(entrambe)
Significato: rappresentare la perfezione, la bellezza e l'armonia del corpo umano

Nella sua scultura, Policleto sceglie di non sottolineare la sofferenza, mentre Fidia rappresenta l'emozione, la sofferenza dell'Amazzone e punta l'attenzione sulla ferita

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email