sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-L’Anfiteatro Flavio (o Colosseo)-

La costruzione dell’anfiteatro fu iniziata da Vespasiano nel 70 d.C. ed inaugurato da Tito 10 anni dopo. La fascia esterna curvilinea era articolata su quattro piani, tre dei quali formati da ordini di arcate sovrapposte, alleggerite da semi colonne tuscaniche, ioniche e corinzie; queste hanno solo funzione decorativa, dato che il peso è tenuto dalle volte. La quarta fascia è accompagnata da “paraste”, simili a semicolonne. Inoltre venivano costruite anche delle travi di legno al di fuori delle “finestre” per porre dei teli in modo di riparare gli spettatori dal sole.

-L’Arco di Tito-

L’Arco di Tito venne costruito nell’80 d.C.; questo Arco svolge una funzione commemorativa perché nel momento in cui è stato costruito Tito era già morto, quindi serve a ricordarlo nel tempo anche grazi e alla rappresentazione delle battaglie contro i Giudei. Fu fatto erigere dal suo successore Domiziano.

Questa struttura deriva dall’Arco Trionfale dell’età Augustea, ma alcune caratteristiche sono ben differenti, le quali anticipano ciò che si verificherà a Roma successivamente. La sua forma è molto semplice e differisce dallo stile classico poiché ci sono delle modellazioni di alcuni elementi, l’assenza dell’omogeneità, la presenza di colonne scanalate e del chiaroscuro. Nei rilievi all’interno del fornice si possono ammirare delle scene legate alla battaglia contro i Giudei del 71 d.C., l’esercito Romano che ritorna a Roma; in questo rilievo le immagini assumono una valenza divina: questo è permesso dalla presenza di figure mitologiche, “i geni”, ossia rappresentazioni di concetti astratti in forma umana. L’immagine femminile presente in questo rilievo è la “Virtus”, cioè la reincarnazione del coraggio e della virtù, si pensa derivi dalla dea Greca Atena.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email