Distante un chilometro circa in linea d'aria dalla chiesa di Medugorje si innalza la collina di Krizevac che si allaccia a quella di Crnica e con quella fa angolo. Monte Krizevac, come è detto il colle, si chiamava Sipovac fino al 1934. Quell'anno, su proposta del parroco di Medugorje Padre Bernardin Smoljan, fu ufficialmente ribattezzato Krizevac( che significa Monte della Croce). Quell'anno, infatti, sulla sua vetta all'altezza di 520 metri sul livello del mare- da dove lo sguardo abbraccia il panorama dell'intera regione- con il contributo del parroco e dei parrocchiani fu costruita una croce di cemento armato, alta 8,56 metri, per onorare Gesù Cristo, Salvatore del genere umano, nel segno della sua fede, dell'amore e della speranza, come dicono le parole incise sulla stessa croce. Essa fu eretta "a ricordo del 1900. esimo anniversario della Passione di Cristo", e fu costruita in un mese e mezzo. Nella cronaca della chiesa di Medugorje, l'allora parroco Smoljan annotò quest'evento, precisando che " il trasporto del materiale edile fu possibile superando enormi difficoltà e con un duro lavoro, grazie all'amore ed alla concordia dei parrocchiani di Medugorje. Vecchi e bambini, ragazzi e ragazze, tutti hanno fatto a gara nel dare ciascuno il massimo per la realizzazione di quest'opera sacra. Calcina, acqua, cemento, travi di ferro, legname, sabbia e tutto ciò che serviva, è stato trasportato a spalla fino a quest'altezza". Nella croce, all'incrocio della braccia, fu cementata una reliquia sacra che per l'occasione venne mandata da Roma: un pezzettino di una croce che nel IV secolo era stata rinvenuta dall'imperatrice Elena e che i cristiani venerano ritenendola la croce sulla quale fu crocifisso Gesù Cristo. Il pezzo più grande di quella croce si conserva nella chiesa della Santa Croce di Gerusalemme a Roma non lontano dalla basilica del Laterano.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email