pser di pser
Ominide 5819 punti

L’ARA PACIS


L’ara pacis Augustae è stata realizzata a Roma nel periodo che viene solitamente definito come classicismo augusteo, vale a dire quell’epoca di pace e prosperità che si ebbe a Roma con l’avvento di Augusto, nipote di Cesare, dopo una serie di interminabili guerre civili. L’ara pacis Augustae è un altare la cui costruzione è iniziata nel 13 a. c. ed è terminata nel 9 a.c., l’anno stesso in cui venne consacrato. L’altare misura nel lato corto 10 metri, nel lato lungo 11 e riprende in scala all’incirca quattro a uno le misure dell’altare di Pergamo, grande opera religiosa del classicismo greco. Le pareti dell’altare sono decorate con un bassorilievo raffigurante il conventus, ossia la processione, tenutasi il giorno della consacrazione dell’altare: ed i bassorilievi rimandano chiaramente al motivo processionale presente nel Partenone realizzato da Fidia. Possiamo riconoscere diversi personaggi della nobiltà romana tra cui spicca Augusto, al centro del rilievo, velato capite, ossia con il capo coperto da un sottile mantello. Inoltre è presente anche un altro bassorilievo raffigurante Tellus, la madre terra, simbolo della fecondità e del periodo di prosperità raggiunto con l’avvento di Augusto

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email