Ominide 127 punti

Gli antichi Egizi


Gli Egizi sono conosciuti in tutto il mondo per la presenza delle piramidi. Queste opere venivano considerate una delle sette meraviglie del mondo e rappresentano una testimonianza molto importante, che ci permette di capire come fu la loro struttura sociale e culturale.
Il ruolo delle piramidi era accogliere il corpo del faraone deceduto, e venivano costruite da operai e schiavi con enormi massi pesanti qualche tonnellata. Il fatto che tali opere fossero costruite durante l'arco vitale del faraone ( abbastanza breve ) ci fa capire quanto bene fosse organizzato il paese.
Gli antichi Egizi consideravano la morte una parte fondamentale e transitoria della vita. Nell'antico Egitto rivestiva particolare importanza l'imbalsamazione (tecnica per conservare materialmente i cadaveri). I corpi una volta imbalsamati venivano posti all'interno dei sarcofagi e posizionati nascosti e spesso inaccessibili all'interno delle piramidi. I sarcofagi venivano decorati sfarzosamente e minuziosamente dettagliati erano i particolari. Oltre le piramidi un'altra monumento funerario fu la Mastaba. Essa era un un edificio tronco piramidale, il cui scopo era quello di sepoltura del faraone e dei suoi familiari, dei nobili e dei sacerdoti. All'interno delle sue stanze si svolgevano i riti funebri e spesso erano decorate con sculture e pitture murali. La Mastaba aveva un pozzo centrale che l'attraversava verticalmente, che conduceva ad un sepolcro dove era presente il sarcofago. Altre stanze contenevano oggetti che potevano servire secondo la religione degli antichi Egizi, al faraone durante il suo viaggio verso l' aldilà. Tra il 2650-2220 a.C le Mastabe iniziarono ad essere utilizzate solo per la sepoltura dei nobili e dei sacerdoti. Per i faraoni furono introdotte le piramid a gradoni, ovvero più mastabe sovrapposte . La piramide a gradoni meglio conservata è quella di Zoser (databile 2630-2611 a.C) costruita in pietra calcarea. Originariamente raggiungeva i 60 metri d'altezza, oggi è alta 58,8 metri e si trova a Saqqàra in Egitto. Il suo architetto fu Imhotée.
Il complesso monumentale di El-Giza è composto da tre piramidi rispettivamente per Chefren,Cheope e Micerino (databili 2600-2500 a.C). La più grande si trova al centro delle tre ed è quella di Cheope, la più piccola è quella di Micerino. Esse rappresentano il classico esempio di piramide a parete liscia, nella quale i gradoni risultano essere nascosti grazie ad un rivestimento di lastroni in pietra calcarea.
La scelta di questa forma essenziale e la base quadrata sono legate ad una simbologia cosmologica,infatti i lati sono in corrispondenza dei punti cardinali e le faccio indicano le quattro parti del mondo. La cosa sorprendente è che tutte e 3 le piramidi sono perfettamente in corrispondenza con 3 stelle.
Le stanze al loro interno sono sotterranee e raggiungibili da lunghi corridoi. Nella piramide di Cheope le stanze della regina e del faraone sono all'interno.
La grande sfinge è stata realizzata da un grande masso di pietra ed è posta come se fosse a guardia della piramide di Chefren. La costruzione delle piramidi venne interrotta per cause di tipo economico durante il Nuovo Regno (1570-1085 a.C). A quel punto introdussero le tombe con struttura ad ipogeo, ottenute scavando dei fossi nella roccia, come nella Valle dei Re e nella Valle delle Regine. All'epoca gli architetti disegnavano la tomba e coordinavano tutte le varie operazioni dei pittori,scultori,stuccatori e disegnatori, i quali quest'ultimi decoravano le pareti e i sarcofagi con testi di preghiere geroglifici.
Oltre che dai tombaroli, la tomba di Tutankhamon fu riaperta nel novembre del 1922 da Carter, che la trovò dopo sei anni di scavi. La camera funeraria di Tutankhamon era protetta da due statue di legno che lo rappresentavano a grandezza naturale e da quattro cappelle sepolcrali di legno dorato che,a loro volta contenevano quattro sarcofagi, uno dei quali in oro massiccio che conteneva la mummia. All'interno della tomba inoltre furono ritrovati dei gioielli e delle armi. L'oggetto con più valore che venne ritrovato fu la famosissima maschera d'oro e lapislazzuli di Tutankhamon. Sullo schienale del sarcofago è raffigurato il Trono del faraone. Tali ritrovamenti sono conservati al Cairo in Egitto.
In Egitto furono molto diffusi anche i templi funerari nei quali i faraoni e i suoi familiari potevano continuare la loro vita. Essi erano composti da due parti:
1)la prima parte era aperta al pubblico e ai fedeli ed era composta da un'ingresso monumentale (detto "Pilone"),un cortile porticato è una sala dove avevano luogo cerimonie particolari (detta "Ipostila").
2)la seconda parte era un vero e proprio santuario,nel quale era presente "La statua della Divinità", e potevano accedervi soltanto il Faraone e il Gran Sacerdote.
Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email