Ominide 152 punti

La storia:

- è un insieme di fatti accaduti;
- racconta fatti del passato;
- cerca la verità nel passato non con procedimenti arbitrari ma con metodologia.
Il suo concetto cambia nel tempo:
- concezione pedagogica (età classica);
- concezione teologica (alto medioevo);
- concezione ideologica (illuminismo);
- rivalutazione (romanticismo): storia medioevale e senso di ordine;
- la storia come scienza (positivismo): metà 800;
- la storia come scienza di ipotesi.
Metodologia storica:
1) Metodo storico
2) Periodizzazione
3) Ricerca bibliografica (fonti e libri)
4) Fonti e la loro classificazione
5) Discipline ausiliarie
6) Falsi (Si cerca di capirne il motivo e non si eliminano mai)
7) Sintesi
8) Esposizione
Periodizzazione:
- Convenzionale: frutto di un accordo (il contrario di naturale)
- Per esigenze (ragioni) pratiche e didattiche

- Termini da qualcosa a qualcosa
- La suddivisione della storia in periodi non è un fatto ma un’ipotesi necessaria.
Le fasi del lavoro storico:
- Euristica (viene da euriscotrovare): ricerca delle fonti e ricerca bibliografica anche di libri già trattati.
- Critica: esame del materiale (documenti) di studio
- Sintesi: ricomposizione di una visione unitaria.
- Esposizione: mettere per iscritto.
*senso logico non cronologico
Ricerca bibliografica (Euristica):
- Conoscenza di tutti i materiali sul tema (ampia e non superificiale)
- Conoscenza di libri, riviste, oposculi e tutto ciò che si trova e si raccoglie nelle biblioteche
- Repertori che comprendono tutti gli scritti relativi ad un certo tema
- Bollettini, recensioni, enciclopedie
- Schedatura

Ricerca delle fonti:
- Problematicità: non facile perché bisogna capire la definizione di fonte
- Fonti: elementi che non possono essere compresi nelle bibliografie; quelle che servono per ricostruire la vita di una nazione in un determinato periodo
Problemi con le fonti:
- Selezione: sovrabbondanza di materiali
- Accessibilità
Critica:
- Esame del materiale di studio, inteso ad accertare l’autenticità, l’utilità ai fini del lavoro storico
- Critica delle fonti in sé
- Critica esternistica (caratteri esterni, materiali, luoghi e provenienza)
- Critica interseca (valutazione intima del contenuto)
- Critica delle fonti in relazione ad altre (comparazione tra diversi fatti)
- Accertamento valore effettivo delle fonti
Discipline ausiliarie:
In senso stretto sono quelle che nascono dalla storia in generale, che hanno mantenuto un legame organico con essa, anche se hanno limitato il loro oggetto ed alcuni particolari aspetti del passato.

Paleografia: scritture
Mumismatica: monete
Stragistica: sigilli
Demografia: variazione della popolazione nel tempo
Archivistica: documenti/archivi
Diplomatica: documenti ufficiali
Epigrafia: le iscrizione antiche
Sono discipline ausiliarie in senso lato quelle che hanno una loro economia, politica, sociologia, fisica, chimica.
I falsi:
Creati in due modi:
- Inventando: completamente l’episodio che si vuole far passare per realmente accaduto
- Alterando: una fonte autentica, alla quale si tolgono o si aggiungono parole

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email