Genius 13137 punti

La società ariana

Quando gli Ariani si stabilirono nel Paese degli indiani come dominatori evitarono di fondersi con le popolazioni locali ed elaborarono una serie di norme volte a preservare l’identità della loro razza; tutta la popolazione fu suddivisa in caste, ossia in classi sociali giustificate anche a livello ideologico e religioso, rigidamente separate fra loro. In realtà, non è certo che il sistema delle caste sia stato organizzato dagli Ariani e non sia invece un’eredità della civiltà precedente, ma di certo fu con gli Ariani che tale sistema assunse un rilievo fondamentale nell’organizzazione della società. La caste erano comunità chiuse e il diritto di appartenervi si trasmetteva di generazione in generazione: era vietato contrarre matrimonio al di fuori della propria casta ed era in vigore un rigoroso sistema di tabù che limitava i comportamenti (era proibito, per esempio, mangiare o pregare insieme a persone estranee alla propria casta).

Le caste indiane erano alcune decine; tuttavia le principali (di cui esistevano molte suddivisioni secondarie) erano quattro: due caste superiori e due inferiori. Alle due caste superiori spettava la gestione del potere religioso e di quello politico: si trattava dei sacerdoti, o bramani, ai quali era affidata la celebrazione dei riti (in quanto solo essi venivano considerati puri), e dei guerrieri, o ksatrya. Le due caste inferiori, invece, comprendevano gli agricoltori (o vasya) e i servi (sudra). Al di fuori di ogni casta erano i paria, o “intoccabili”, che costituivano la parte più reietta impuri e quindi relegati al gradino più basso della scala sociale.

L’autorità suprema era rappresentato da un re. In un primo periodo il suo potere, che veniva trasmesso ereditariamente ai discendenti, era controllato da un’assemblea formata da tutti i membri maschili della tribù (o, forse, soltanto dagli aristocratici); solo in un secondo momento il re fu costretto, per confermare il proprio potere, a superare l’opposizione e le lotte interne fra i nobili e a ottenere il sanzionamento del proprio potere da parte dei sacerdoti.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email