Ominide 2892 punti

Il secondo Triumvirato

Ottaviano (43 a.C) chiese per l'anno successivo il consolato, il quale non gli fu concesso, come risposta Ottaviano marciò su Roma, dove, si appellò ai comizi e fu proclamato console. Ottaviano sorprese tutti avvicinandosi a Marco Antonio e si adoperò affinché fosse eliminata la delibera del Senato che lo dichiarava “ Nemico Pubblico”. Poco dopo Ottaviano, Marco Antonio e Lepido si incontrarono a Bologna e l'esito di tale incontro fu il secondo triumvirato.43 a.C
Si trattava di un patto differente dal primo,(che era un accordo privato per la spartizione delle cariche pubbliche) questo era una vera magistratura, a carattere straordinario, della durata di cinque anni, che prevedeva la pienezza del potere nelle mani dei triumviri, con l'aggiunta di un potere costituente, che li autorizzava ad elaborare una nuova costituzione.
Anche il secondo triumvirato nasceva in base a un calcolo opportunistico, i tre triumviri volevano mandare l'azione politica contro gli aristocratici più conservatori (i quali pur di difendere il potere senatoriale ricorrevano anche alla violenza) Per questo motivo Antonio, Ottaviano e Lepido decisero di eliminare i cesaricidi Bruto e Cassio(punto di riferimento della reazione aristocratica e li fecero dichiarare nemici di Stato. Si rifugiarono in Grecia dove arruolarono un esercito decisi a difendersi dagli attacchi dei triumviri.

Le liste di proscrizione
I triumviri per eliminare definitivamente i congiurati e i loro seguaci si servirono delle liste di proscrizione, che punivano a morte gli avversari politici e i loro beni venivano incamerati dallo Stato. Tra le prime vittime ci fu Cicerone, che venne ucciso dai sicari di Antonio, poiché aveva attaccato Marco Antonio in Senato. 43 a.C
La fine di Bruto e Cassio
Bruto si era impadronito della Macedonia e dell'Illirico, Cassio aveva occupato la Siria e l'Asia Minore, rendendo instabili le province orientali non controllate più dai triumviri. Perciò nel 42 a.C Cesare e Antonio attraversarono l'Adriatico per vendicare Cesare e per riprendere il controllo dei territori perduti. Lo scontro avvenne presso Filippi (Macedonia) dove le truppe di Ottaviano e Antonio riportarono una vittoria decisiva. Bruto e Cassio si uccisero. Nel 36 a.C Sesto, figlio di Pompeo, fu sconfitto nella battaglia navale di Messina, il quale aveva ostacolato i rifornimenti navali diretti a Roma.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email