pexolo di pexolo
Ominide 10537 punti

Romanizzazione Italia centrale


Se è vero che Roma divenne una potenza imperialistica, laddove con imperialismo si intende un comportamento aggressivo e violento nei confronti del popolo conquistato, è altrettanto che non la fu all’inizio della sua espansione: la maggior parte delle prime guerre combattute da Roma furono guerre di difesa, non volte alla conquista di un nuovo territorio. Alcuni storici si sono posti il problema di collocare nel tempo il momento in cui il popolo romano cambiò atteggiamento nei confronti dei popoli conquistati, mentre la maggior parte delle fonti antiche, come Livio e Polibio, propendono per la difesa dell’operato romano, sempre mosse dalla volontà di giustificarlo.

Foedera

Un’altra forma perseguita da Roma per organizzare i territori conquistati militarmente fu la creazione di una Confederazione Italica, cioè di foedera (trattati di alleanza) con comunità molto eterogenee tali da non potersi trasformare in cives latini e tantomeno romani. Nelle comunità legate da foedera che erano state più rivoltose in guerra, Roma conservò una guarnigione militare affinché controllasse, specie nei primi anni, il comportamento dei nuovi socii. Un tipo di organizzazione così varia non comportò l’attenuarsi delle differenze etiche, linguistiche e sociali, all’insegna di una cultura romana che le annullava, ma si limitò a creare una seconda lingua comune, il latino; questo è testimoniato dal fatto che, dopo secoli, nel momento in cui la civiltà romana cominciò a venire meno le insorgenze locali mostrarono che le proprie identità etiche, linguistiche e religiose erano rimaste inalterate. Roma non annullò le differenze, piuttosto rese omogenea una civiltà spesso superiore alla cultura locale e che tutti vollero condividere. Gli insediamenti sparsi per villaggi o per tribù in Italia centrale o meridionale divennero tante piccole Roma, aventi i propri magistrati (duumviri) a copia dei consoli e delle magistrature romane. Paradossalmente, fu proprio la colonizzazione latina, per la grande quantità di cittadini che aveva, a favorire la romanizzazione dell’Italia: numerosi abitanti delle colonie latine si fecero veicolo di civiltà romana.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze