Genius 13137 punti

Roma - Passaggio dalla Repubblica all’Impero

Fino al I secolo a.C. il potere rimase in mano ai grandi proprietari terrieri, vi furono però proteste da parte dei cavalieri che volevano anche essi entrare nel senato. Inoltre le condizioni dei contadini continuavano a peggiorare e il numero dei poveri era molto forte. Vi furono perciò forti contrasti tra le classi sociali ed in particolare tra la nobiltà senatoria che non voleva alcun cambiamento e i cavalieri ed il popolo che chiedevano riforme politiche e sociali.

I contrasti portarono a scontri armati in cui il partito aristocratico (la nobiltà senatoria) e quello popolare (cavalieri e popolo) si affrontarono, guidati da uomini ambiziosi e spesso comandanti militari che avevano la fedeltà delle truppe (Mario contro Silla, Cesare contro Pompeo, Ottaviano contro Marco Antonio).
Le guerre civili si combatterono per buona parte nel I secolo a.C. e causarono stragi e massacri. Questi conflitti permisero ad alcuni uomini ambiziosi di impadronirsi del potere. In seguito Ottaviano Augusto sconfisse il suo avversario Marco Antonio (31 a.C.) e riportò la pace in senato, il quale rimase sotto il controllo di un unico uomo, l'imperatore; Augusto regnò su Roma fino al 14 d.C.

L’imperatore aveva innumerevoli poteri: nominava i funzionari importanti, come i governatori delle province, guidava l’esercito, controllava i tribunali, poteva condannare a morte chiunque. I cittadini dell’Impero erano tutti suoi sudditi.
Il titolo imperiale veniva trasmesso per via ereditaria, di padre in figlio, e ci fu un lungo periodo in cui ogni imperatore nominava il suo erede.
Spesso però venivano organizzate varie congiure contro di loro, con l'obiettivo di prendere i loro poteri : nel I secolo d.C gli imperatori Caligola (41 d.C.), Nerone ( 68 d.C.) e Domiziano (96 d.C) vennero assassinati e nel II secolo d.C la violenza divenne il mezzo abituale per conquistare il trono imperiale.


Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email