saracut di saracut
Eliminato 658 punti

Nerva e Traiano: la conciliazione tra principato e libertà

Nerva --> Dopo la morte di Domiziano fu eletto l'anziano Nerva, appartenente ad una famiglia di senatori nobili. Il suo principato durò solo due anni e lui, provò, a riconquistare il favore del popolo tramite donazioni di denaro e la distribuzione di terre ai nullatenenti. Cercò di ottenere anche l'appoggio dal Senato per esempio, liberando i prigionieri politici di Domiziano.

Traiano --> Ormai anziano, nel 97, Nerva decise di attuare una nuova mossa politica: adottare Traiano, generale militare, appartenente ad una famiglia di senatori Spagnoli e già governatore della Spagna superiore. In questo modo si poteva conciliare sia il desiderio dei senatori, sia l'aspirazione dell'esercito. Fu primo imperatore di origine provinciale e primo del principato adottivo.
Riprese una politica espansionistica verso la ricca Dacia e poi vers l'Oriente, soprattutto la zona del fiume Tigri (Mesopotamia, Assiria..).

L'epoca di Traiano fu un periodo di benessere economico, di concordia sociale e politica, di fioritura artistica e massima espansione dell'impero. Traino fu dunque il optimus princeps.


Il principato di Adriano

Alla morte di Traiano salì al potere Adriano, governatore della provincia di Siria. (rapporti di parentela tra Traiano e il nuovo principe).
Salito al trono a circa 41 anni Adriano continuò l'opera di rafforzamento delle strutture politiche, sociali e amministrative iniziate da Traiano.

Adriano rinunciò ad una politica estera aggressiva e di espansione a favore di una politica di difesa e pacifica, attuata mediante il consolidamento dei confini dell'impero.
Un esempio è il "vallo di Adriano", un'imponente muragli a difesa della Britannia romana, dagli attuali Scozzesi.
Questo comportò quindi anche una trasformazione nell'esercito romano: sotto Adriano i soldati potevano difendere i territori in cui erano stati reclutati, con un maggiore impegno e funzionalità.

Crebbe l'importanza delle provincie che Adriano decise di visitare largamente, e le opere urbanistiche come il Pantheon a Roma.

[Adriano e Traiano, come gli imperatori precedenti, si dedicarono in prima persona al mondo letterario: il secondo scrisse un testo sulla guerra in Dacia ed alcune poesie in greco e latino mentre Adriano pubblicò discorsi ed epistole]

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email