Ominide 1069 punti

L'imperatore Commodo nacque nell'antica città di Lanuvio (vicino Roma) nel 161 e aveva come padre l'allora imperatore Marco Aurelio. A soli 5 anni, fu nominato Cesare e così ricevette una buona istruzione.

In seguito viaggiò con il padre nelle province orientali e visitò le città di Antiochia e di Atene. Questo perchè in questi territori vi era una ribellione in corso. Durante i preparativi della guerra contro Cassio, Commodo assunse la toga di fronte al Danubio e, nel 175, divenne ufficialmente adulto.

Nei due anni appena successivi Commodo assunse il rango di imperatore e il titolo di Augusto, condividendo il potere con il padre, ottenne il tribunato e divenne console (nulla da segnalare sul suo mandato da console, ebbe una carriera tranquilla) e si sposò con Bruzia Crispina. Nel 180 morì Marco Aurelio, facendo diventare Commodo il nuovo imperatore.


Commodo iniziò col divinizzare la figura di Marco Aurelio ed ad istituire degli edifici che commemorassero le vittorie dei Romani contro le popolazioni germaniche e si dedicò anche agli spettacoli pubblici e alle corti private. Questo, però, fece in modo che tutti i soldi dei cittadini romani furono spesi e, in un periodo di crisi come quello che l'Impero stava passando, scatenarono diverse congiure, tutte fallite. L'impero di Commodo terminò nel 195, quando Settimio Severo riesce a renderlo un nemico di Roma.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email