Ominide 470 punti

Cristianesimo nel mondo romano

Inizialmente la religione romana come quella di altri grandi imperi dell'antichità tollerava gli altri culti anche se nel 200 a.C. furono molto discussi e spesso proibiti i culti orientali misterici di cui i più famosi sono l'egiziano di Iside e il persiano di Mitra ed erano attrattive per la popolazione romana perchè assicuravano la salvezza eterna.
Il culto dell'imperatore incominciò con Augusto che cautamente non si fece divinizzare direttamente ma il suo Genio.
Il cristianesimo nacque inizialmente in Palestina dalle predicazioni di Gesù che nacque a Betlemme nel 6-4 a.C..
Dopo la morte di Gesù la predigazione continuò con gli apostoli in Asia Minore,Africa e Roma rivolgendosi sia ad ebrei che a pagani.

Una grande componente della predicazione furono i Vangeli,che raccontavano la vita di Gesù e gli Atti apostoligi che narravano delle vicende della predicazione apostolica.
Il cristianesimo assunse importanza soprattutto per la sua morale che perseguiva l'uguaglianza sociale e la fratellanza.
I cristiani furono a lungo confusi con gli ebrei e furono perseguitati a partire dall'impero di Nerone e di Domiziano.
La prima chiesa cristiana fondata a Roma fu nel I secolo d.C. e questa cristianizzazione avvenne grazie all'avvicinamento dei ceti colti.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità