Sapiens Sapiens 11657 punti

I Persiani e le guerre persiane

Dalla metà del VI secolo a.C., il popolo dei Persiani guidati da Ciro il Grande, Cambise II e Dario I costruirono un immenso impero esteso dalla Grecia fino all’India. I “Gran Re” persiani, che avevano un potere assoluto ma non erano divinizzati, conquistarono e sottomisero importanti civiltà come gli Egizi e i Babilonesi. Come funzionava il loro modo di conquistare? Essi cercavano di integrare i popoli vinti, rispettandone la religione e gli usi; l’impero era diviso in venti province (satrapìe) e aveva due capitali, Susa e Persepoli. Tutte le province e le città erano collegate dalla prima, vera rete stradale dell’antichità. L’economia dell’impero Persiano era florida, vi erano grandi costruzioni architettoniche e la corte reale e delle satrapìe erano sfarzose. I Persiani erano monoteisti, cioè veneravano un solo dio; la loro religione era il mazdeismo, basato sulla lotta eterna tra il bene e il male.


Quando i Persiani, prima con Ciro il Grande e poi con Dario, iniziarono a conquistare i territorio della Grecia Minore (la parte turca) e bruciarono Mileto per far capire chi comandava, molte poleis si sottomisero ai Persiani ma non Sparta e Atene che si dichiararono indipendenti. I Persiani marciarono verso Atene e gli ateniesi riuscirono a sconfiggerli a Maratona, a 40 km dalla città (490 a.C.), riscuotendo grande successo tra le altre città. Atene, Sparta, Corinto e molte altre città di allearono nella Lega ellenica per resistere all’invasione persiana, a capo della lega vi era Sparta e il suo re Leonida che si sacrificò nella battaglia delle Termopili nel 480 a.C. con soli 300 uomini per bloccare l’esercito persiano mentre i greci attaccavano la flotta del nemico. I greci alla fine vinsero nella battaglia navale di Salamina con lo stratega Temistocle. Vi fu un ultimo scontro e alla fine i Persiani si ritirarono e la lega venne sciolta.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze