pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Imperatore Claudio il Gotico


Emerse il fastidio della classe aristocratica senatoria per un imperatore che, sostanzialmente, divise il potere militare da quello civile, una caratteristica del IV secolo d.C., ripresa e attuata; la guida degli eserciti significava essere bravi e poter respingere i nemici, il ceto non era più garanzia di bravura e Gallieno scelse gli equites che, invece, per tradizione, espletavano il loro cursus honorum con 3 anni di avviamento militare ed avevano possibilità di splendida carriera, di entrare nel ceto senatorio attraverso la misura ad lectio, proprio grazie ai successi in campo: nel loro caso la carriera militare era funzionale ad ottenimenti di tipo civile e politico. Degli imperatori successivi fino a Diocleziano si ricordano essenzialmente Claudio II il Gotico (268-270 d.C.), che non a caso fu poi assunto da Costantino come proprio capostipite, dunque evidentemente la sua fama era così eccellente da essere perfettamente ricordata anche nel IV secolo; egli fu uno dei primi che riuscì a risolvere in modo costruttivo il problema rappresentato dalle incursioni germaniche: per questo prese il cognomen ex virtute di Gotico. Egli risolse il problema, da geniale capo militare, anzitutto sconfiggendoli in battaglia, ma soprattutto capì (in maniera molto barbarica) che dopo averli sconfitti era necessario accogliere i sopravvissuti al massacro permettendo loro di fare, in sostanza, quello per cui invadevano: essi potevano insediarsi sulle terre dell’Impero romano, perché cercavano solo aree da coltivare ed ormai, a causa della peste, molte zone dell’Impero erano incolte, soprattutto nelle provincie danubiane. Dunque Claudio II, oltre a respingere un’incursione alamannica in Italia settentrionale e a massacrare i Goti che in due ondate successive invasero i Balcani, fu il primo a capire che l’unico modo per arginare il grave problema Gotico, mentre l’Impero era fortemente minacciato anche ad Oriente, sarebbe stato quello di accoglierli come contadini nelle aree lasciate desertiche dell’Impero: Teodosio I farà la stessa cosa con i Visigoti.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove