Ominide 1957 punti

I franchi fino a Pipino il breve


Fra il VI e la prima metà del VII secolo i Franchi avevano sconfitto i Visigoti, gli Alemanni e i Burgundi, conquistando sia i territori sia i bottini.
I re si tenevano la gran parte del bottino mentre, il rimanente lo davano in premio ai guerrieri più in vista, chiamati Boni homines, e facendo questo guadagnavano la loro fedeltà.
Ogni Boni homines contribuiva all'esercito con ricchezze e con guerrieri, e si procurava una schiera di fedeli, chiamati vassalli, che erano legati a lui attraverso un patto di fedeltà reciproca.
Il territorio conquistato dei Franchi quindi, era governato da molti boni homines indipendenti.
I re, per guadagnare la fedeltà di questi signori, distribuivano a loro dei benefici che potevano consiste in terre oppure nel diritto di richiedere tributi. Mentre per guadagnare la fedeltà dei vescovi, i re concedevano a loro l'esenzione dalle multe e dei pedaggi ed ail dovere di contribuire alle spese dell'esercito, queste si chiamavano immunità.

Più i re cercavano di procurarsi la loro fedeltà, più questi diventavano forti, ricchi e indipendenti.

Intorno al 639, il regno dei Franchi viene riorganizzato in tre domini:
- Austrasia;
- Neustria;
- Borgogna.
Ognuno dei tre Domini avevo un re, che però non poteva far molto visto che il potere era principalmente gestito dai Boni homines e gli affari erano gestiti dai maestri di Palazzo punto ed è per questo che Boni homines i maestri di Palazzo ne approfittano per rovesciare i "re fannulloni", come li chiamarono loro.

Nel 679, Pipino di Heristal divenne maestro di Palazzo del regno di Austrasia e riunì nelle sue mani il comando dei tre domini, tra l'altro, e rese ereditaria la sua carica e si costruì una schiera di vassalli che lo accompagnava in guerra.

Il figlio Carlo Martello ereditò quindi il comando di questi vassalli e per avvicinarsi maggiormente a sé concesse loro, in occasione del giuramento di fedeltà, un beneficio: il feudo. L'impresa più celebre di Carlo Martello fu la battaglia di Poitiers che fu contro l'esercito arabo che dalla Spagna faceva razzie in Aquitania e in Francia. Distrusse anche l'esercito arabo è sempre questa vittoria come la battaglia in cui la cristianità occidentale aveva salvato l'Europa dal l'invasione musulmana.

Il figlio Pipino il Breve appoggiò la predicazione di San Bonifacio nei territori dei Frisoni della Germania centrale. Si alleò con il Papa, quindi depose l'ultimo sovrano franco e si fece poi incoronare dal Papa re dei Franchi: nacque così la dinastia dei Carolingi. Dopo essere stato incoronato, aiutò il Papa a liberarsi dei Longobardi e inviò due spedizioni militari contro di loro, anche se poi ci fece pace con un matrimonio tra i suoi figli e le figlie del re longobardo Desiderio.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email