Hititi

La storia degli Hittiti risale a tempi molto antichi.
Gli Hittiti erano un popolo nomade proveniente dalla steppa asiatica che poi arrivarono in Anatolia (l'attuale Turchia). I pastori nomadi esercitavano una anche una forma primitiva di commercio e contribuirono alla diffusione delle tecniche metallurgiche, nelle quali raggiunsero un alto grado di perizia. Questo popolo riuscì ad addomesticare il cavallo nel III millennio, creò il carro da guerra (un carro trainato da cavalli con ruote dotate di raggi, quindi robuste ma anche flessibili), inoltre sviluppò una tecnica di lavorazione del ferro, la tempra, consistente nell'immergere nell'acqua il ferro rovente in modo che diventasse più resistente. La potenza militare dello stato hittita era dovuta anche alle loro scoperte in campo militare.
- Circa nel 1650 a.C. nacque il regno hittita di Khatti che si espanse fortemente il quale fiorì nel 1400 a.C.

- Nel 1279 scoppiò la guerra di Qadesh
- Nel 1200 ci fu una crisi dovuta:
1) allo spopolamento del territorio in seguito alle continue guerre
2) all'invasione dei "Popoli del Mare" (popoli su cui non abbiamo molte notizie, ma portarono alla crisi non solo del popolo hittita, anche di quello egiziano, che favorì la fioritura dell'impero assiro).
Con il crollo degli Hittiti, la tecnica della tempra del ferro venne divulgata e si diffuse rapidamente: ebbe così inizio, nel Mediterraneo orientale e nel vicino Oriente , "l'Età del Ferro"

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email