Ominide 1909 punti
Comunque, nella seconda metà del V secolo la lega romano-latina riuscì a prendere larghe porzioni di territorio attraverso l’invio di coloni: queste comunità partecipavano dei diritti degli altri latini e quindi ne seguivano sostanzialmente la politica.
Negli anni intorno alla fine del V secolo Roma riprese con maggior forza la politica a settentrione, incentrata per lo più sul conflitto con la comunità etrusca di Veio: situata a soli 17 chilometri da Roma, sulla riva destra del Tevere, essa controllava l’accesso alle saline poste alla foce del fiume e la via di comunicazione fra l’Etruria e la Campania, che passava per Fidene e Preneste.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email