Ominide 16918 punti

I Greci

La Grecia è una penisola in gran parte montuosa, con un territorio poco fertile e povero d’acqua; le coste sono molto frastagliate e incorniciate da numerose isole, piccole e grandi. I territori che noi oggi vediamo brulli e sassosi al tempo degli antichi Greci erano ricoperti dai boschi e da una fitta vegetazione mediterranea, in cui vivevano capre, cinghiali e tori. Già 3.500 anni fa la Grecia era abitata da pascoli e pescatori che costruivano i loro villaggi su alture difendibili (acropoli), intorno ai palazzi-fortezza dei loro re. Le più importanti città greche furono Micene, Sparta, Atene, Corinto e Tebe. Le città greche furono sempre autonome l’una dall’altra, finché non vennero assoggettate dalla vicina Macedonia. Come i Fenici, anche i Greci fondarono, in particolare sulle coste dell’Asia Minore e dell’Italia meridionale, altre città simili alle loro, dette colonie. Le città erano spesso nemiche. Erano unite solo durante i giochi olimpici o quando dovevano affrontare un nemico comune come i Persiani o i Macedoni. Quando? Da circa 3.500 a 2.150 anni fa. Dove? Nella penisola greca e nelle regioni mediteranee. Un tipico paesaggio della Grecia: un sole accecante, rovine e un mare intensissimo. Quello di Epidauro è uno dei pochi teatri greci giunti a noi quasi intatti: anche oggi ospita rappresentazioni teatrali. Il Partenone, grande tempio sull’acropoli di Atene, è il monumento-simbolo dell’antica Grecia. È visitato ogni anno da milioni di turisti. Costituzione: l’insieme delle leggi fondamentali di uno Stato. Filosofi: studiosi; Democrazia: governo del popolo. Questa stele (colonna piatta) di marmo era al centro dell’agorà di Atene. Rappresenta la dea Democrazia (in piedi) e il popolo (uomo seduto).
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Dei greci
Registrati via email