pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti
Eusebio di Cesarea – Lupercalia

Leggendari o meno che fossero tali rituali, Malala ne dà numerosi esempi nel corso della narrazione, cosicché quando parla della Tyche che Costantino aveva rinominato Anthousa, senza sacrificio cruento, vuol intendere che lo fece senza sacrificare una vergine (non senza uccidere un animale). Si tratta, dunque, di una nota antiquaria, da cui poco dovremmo desumere sulle cerimonie di fondazione compiute nel collocare il monumento imperiale (con la Tyche in mano) al centro del foro. È certo, comunque, che per onorare la statuetta recata su carro nell’ippodromo, Costantino ordinò di farlo con una parata militare, una luminaria e un atto di sottomissione quale la proscinesi, imposta nei confronti del fondatore e della Tyche tutelare della città. Un confronto per tale trasferimento di rituali antichissimi, resi ‘moderni’ e più adatti a una nuova sensibilità, è dato dai Lupercalia di Costantinopoli, cerimonie durate fino al VI secolo: i luperci erano i figli della lupa che, secondo il rituale, sacrificavano una capra dentro una grotta ai piedi del Palatino (quella dove presumibilmente Romolo era stato allattato dalla lupa), dopo di che giravano per Roma fustigando le donne che si scoprivano il seno davanti a loro (si credeva che portasse la fertilità) in nome del dio-capra Pan; questa cerimonia è citata anche a proposito di Cesare, quando Antonio (che era un luperco), arrivato ai Rostri (dove stava Cesare), si ferma e completamente nudo offre la corona a Cesare (che la rifiuta). Costantino volle che i Lupercalia, considerati così importanti, venissero celebrati anche a Costantinopoli, nonostante riti più pagani di questo non ce ne fossero. Eusebio evitò accuratamente qualunque riferimento alle cerimonie di fondazione di Costantinopoli perché sarebbe stato difficile conciliare quegli atti con l’affermazione che il primo imperatore cristiano aveva cancellato dalla città ogni forma di paganesimo e l’aveva dedicata al Dio dei martiri.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove