pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti
Costantinopoli – Tyche poleos

Sul dritto anepigrafo di entrambi gli esemplari compare il ritratto di Costantino (conosciuto come di terzo tipo), mentre sul rovescio di uno c’è la rappresentazione della dea Costantinopoli come Tyche. L’immagine che vi si trova è un poco diversa dalla Tyche costantinopolitana nota a partire dai conii provinciali di età traianea e identificabile come Tyche poleos di Costantinopoli in un conio di Marco Aurelio, essendo seduta su un trono come la dea Cibele (alla quale era costantemente assimilata) ma soprattutto come la dea Roma, che compare nell’altro tetradramma argenteo dello stesso tipo e dello stesso peso, proveniente dalla stessa zecca costantinopolitana. Sul rovescio di quest’ultimo, infatti, la dea Roma con elmetto, scettro sulla sinistra e globo sulla destra (a posto della cornucopia) ha uno scudo sul lato destro, a posto della nave che la Tyche costantinopolitana ha ai suoi piedi. Come quella, tuttavia, è seduta su un ricco trono, con la gamba sinistra incrociata dietro la destra. Non c’è dubbio che nelle cerimonie di fondazione di Costantinopoli, per i quali i due tipi di conio furono emessi, Costantino abbia voluto dare particolar enfasi alla Tyche cittadina, cambiandole nome (e in parte tipologia), perché apparisse altrettanto degna di onori della Fortuna romana. È improbabile che essa non fosse concepita come una vera e propria divinità, perché il suo culto civico era più simbolico che religioso. Sebbene cristiano, Costantino era ancora parte di un mondo in cui non c’era distinzione la tra sfera civile e quella religiosa, perché la religione civica era ancora esclusivamente pagana. Le nuove città, come Costantinopoli e altre ridenominate da Costantino o dai membri della sua famiglia, pertanto, non potevano essere dedicate se non con rituali antichi e l’intervento di sacerdoti tradizionali.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove