pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Età augustea – Restituzione dei resti di Crasso


L’ultimo confronto bellico con i Parti era stato quello di Crasso, che era morto ed i suoi soldati non erano riusciti a recuperarne gli spolia opima a Carre nel 53 a.C. e così una delle più grandi vittorie diplomatiche propagandate da Augusto fu proprio la restituzione dei resti di Crasso nel 20 a.C., in modo del tutto pacifico (Augusto si rivelò un abilissimo diplomatico). Dal momento in cui Augusto assunse i poteri che posero fine alla Repubblica romana (27-23 a.C.), fino al 14 d.C. quando morì, Augusto regnò per quarant’anni e questo significa che il suo fu un regno lunghissimo; più di ogni altra cosa, ciò che permise di consolidare il nuovo regime e di diffondere in tutto l’Impero il progetto a cui lui aspirava (un’operazione così convincente ed incisiva che i contemporanei parlarono di Seculum Augusti), fu la cultura augustea, una cultura effusiva e diffusiva (che si diffonde tutto l’Impero e può essere considerata alla base dell’odierna cultura europea, un classicismo augusteo avente al centro alcuni valori fondamentali) imperniata su valori che, accanto alla pax deorum, venivano ripresi dai valori tradizionali del popolo romano (su questo insistette molto la propaganda), un popolo solido, di soldati, frugale, che ha famiglia e che mette al centro la pietas: infatti, tutti i valori romani possono essere rappresentati dal pius Enea, celebrato da Virgilio nell’Eneide. Fu anche il culto imperiale avviato da Augusto (figlio di un dio, che nel 12 a.C. assunse anche la carica di pontifex maximus, che gli conferì un carattere ancora più sacrale, tanto che viene spessissime volte rappresentato come pontifex, ammantato, che celebra agli dèi, un prototipo per tutti gli imperatori, compreso Costantino), ben cosciente che il mondo occidentale era diverso dal punto di vista culturale e religioso da quello orientale.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove