Genius 13137 punti

[h2]

La crisi del IV secolo e la confusione dei ruoli

Il IV secolo vide il definitivo riconoscimento del cristianesimo da parte dell’Impero. Le élites cristiane, che costituivano gruppi solidali, organizzati, ben distribuiti socialmente ed economicamente potenti, si insediarono nei ruoli più importanti della burocrazia imperiale. Si venne così a formare una classe dirigente di formazione cristiana. Si assistette spesso a conversioni che permettevano di accedere a carichi di prestigio. Non esisteva ancora una netta separazione tra carriera ecclesiastica e politica. Spesso le cariche religiose avevano anche un valore politico e venivano ricoperte da personaggi che potevano già vantare un ruolo importante nell’amministrazione imperiale. E’ il caso di Ambrogio, governatore di Milano, che si convertì e nello stesso giorno divenne vescovo della città, mantenendo un ruolo influente a corte.

L’esercito, formato a prevalenza da soldati provenienti da paesi di cultura non romana, offriva importanti occasioni di aggregazione sociale e di acculturazione. Significativo il caso di Massimino, centurione di origini tracce, figlio di pastori, che nel 235 era riuscito a diventare imperatore.
La pressione sui confini e le sempre più numerose incursioni di popolazioni non romane misero in luce le difficoltà di assimilazione tra due diverse culture: coloni, ex soldati compensati con terreni e popolazioni insediati sui confini appartenevano spesso ai popoli che Roma cercava di respingere. In molti casi non vi fu quindi una vera resistenza. Si verificarono addirittura situazioni in cui i contadini stessi indicarono agli invasori le tenute da saccheggiare, testimoniando, oltre a forme di solidarietà culturale, anche una solidarietà di classe.

Alcuni studiosi leggono come un lucido tentativo di assimilazione la politica di Teodosio, il quale permise lo stanziamento di popolazioni non romane che cercavano di insediarsi nelle ricche terre danubiane. L’assimilazione ancora una volta avvenne nell’esercito. Molti generali goti entrarono nell’apparato di governo romano, raggiungendo talvolta cariche di grande importanza.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email