Ominide 1909 punti

Dunque, gli avversari dei triumviri disponevano in Oriente di grandi contingenti armati, senza contare che Sesto Pompeo era saldamente al comando della flotta che controllava lo stretto di Messina e la Sicilia e che Domizio Enobarbo, alleatosi con Bruto e Cassio, presidiava con un’altra flotta l’Adriatico. Ottaviano riuscì a recuperare il controllo dell’Africa, ma non della Sicilia. Tuttavia con la sua flotta completò il periplo dell’isola, arrivando fino a Brindisi. Ciò permise alle sue legioni e a quelle di Antonio di imbarcarsi e di giungere nella primavera del 42 a.C: a Durazzo, mentre Lepido restava in Italia a curare gli interessi dei triumviri. Dopo un lungo itinerario durato vari mesi, le legioni nemiche si avvistarono reciprocamente al confine fra la Macedonia e la Tracia, nella campagna della città di Filippi. In diversi giorni dell’ottobre del 42 a.C: si svolsero alcuni scontri che nel loro insieme costituiscono la famosa battaglia di Filippi, dalla quale le forze repubblicane uscirono distrutte e prive dei loro capi. In una prima fase Antonio aveva vinto Cassio, ma questi, supponendo fosse toccata analoga sorte a Bruto con lo scontro con Ottaviano, si fece uccidere da un liberto dopo essersi riparato su un colle. In realtà Bruto attaccate all’improvviso le forze di Ottaviano che giaceva ammalato, ne aveva occupato l’accampamento. Credendo però che Cassio avesse allo stesso modo sconfitto Antonio non andò a soccorrere il collega né fu raggiunto dalla notizia che le sue navi avevano disfatto una flotta Cesariana che trasportava dall’Italia un altro esercito. Il 23 ottobre Antonio attaccò Bruto prima che fosse informato e che decidesse di trincerarsi nel suo accampamento ben disposto e provvisto di viveri. Durante lo scontro l’ala destra di Bruto fece indietreggiare l’ala sinistra del nemico, ma l’alta sinistra fu spezzata al centro da Antonio e poi messa in fuga. Bruto si suicidò gettandosi sulla spada che impugnava con entrambe le mani. Ottaviano si mostrò crudele con i vinti, rivelando ancora una volta un volto umano ben diverso da quello di Cesare.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email