Genius 13137 punti

Il banchetto di Assurbanipal

Il sontuoso palazzo eretto da Assurbanipal a Ninive doveva avere un’estensione non inferiore a 200 metri per 120. Il progetto decorativo prevedeva come unico soggetto per le sale di rappresentanza il tema della caccia ricorreva sulle pareti delle sale riservate che conducevano agli appartamenti regali.
Nelle sue stanze private, invece il sovrano volle inaugurare un filone nuovo, quello della descrizione della vita quotidiana del re e della sua regina nell’atmosfera rarefatta del parco reale, tra musici, inservienti e ancelle.
Lo scopo era duplice: rappresentare la raffinatezza della vita di corte ed evidenziare l’interesse del re verso il mondo naturale delle piante e degli animali.
La testa mozzata di Teumman, sovrano nemico pende da un albero. Assurbanipal salì al trono giovanissimo e governò dal 668 al 626 aC.

Gli schiavi addetti ai flabelli ( i ventagli di piume) e i musicali sono di dimensioni minori rispetto a quelle della regina e, soprattutto, del re.
Palmazi, conifere e viti testimoniano una vegetazione varia e lussureggiante.
La regina siede più in basso di fronte al re steso su un alto letto.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email