Ominide 1472 punti

L'ascesa della Macedonia


Dopo i numerosi tentativi egemonici delle poleis greche, esse versarono in una crisi irreversibile poiché il loro particolarismo politico le rendeva incapaci di collaborare, di essere uniti.
Intanto la presenza della Macedonia si fece sempre più sentita, e si stanziarono nel nord della Penisola greca.
Rilevante era la produzione di legname, i Greci stessi compravano lì il legname per costruire i loro triremi.
Nel 359 a.C. divenne re macedone Filippo II, colto, diplomatico e dotato di grandi capacità militari. Riorganizzò l'esercito e consolidò il regno di Macedonia, creando inoltre la potente falange macedone.
Filippo II intraprese la conquista della penisola balcanica, e si intromise anche nelle guerre tra poleis, perché lui poteva solo trarne vantaggio.
Più precisamente ci riferiamo alla guerra sacra, combattuta tra Tebani e Focesi, (tra cui anche Ateniesi e Spartani). Filippo II intervenne a favore di Tebe e nello scontro i Macedoni ebbero la meglio.
Ebbe quindi il diritto di imporsi sui rapporti tra le poleis.
Demostene, oratore greco, realizzò subito che la dominazione macedone era un serio pericolo per la Grecia, e allora volle convincere tutte le poleis a collaborare per sconfiggerlo definitivamente. A Demostene era un uomo così diplomatico che riuscì a vincere il particolarismo politico delle poleis.
Questo scontro avvenne a Cheronea ed è definito appunto Battaglia di Cheronea. In questo scontro la falange macedone vinse ancora, ma Filippo fu clemente e non rese schiavi i suoi abitanti.
Tuttavia per mantenere la loro libertà, li costrinse ad avviare una spedizione per sconfiggere definitivamente i Persiani. Possiamo quindi dire che la battaglia di Cheronea segnò la fine dell'indipendenza greca. Filippo non terminò però la spedizione contro i Persiani poiché morì subito, nel 336 a.C., molto probabilmente assassinato.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Crisi delle poleis e ascesa della Macedonia