Ominide 1909 punti

Nel 527 muore Giustino, e ovviamente gli succede Giustiniano. Sembra che il regno ostrogoto di Amalasunta, che è filo romana, non sia un problema. Giustiniano è un autocrate, monarca assoluto che ritiene non ci debbano essere altri vincoli alla volontà dell’imperatore che non siano le leggi romane. Sostiene che l’imperatore sia voluto da Dio e che anche la chiesa gli debba essere sottomessa. Procopio di Cesare ne parla molto male. Racconta della sua fulminea ascesa definendolo un egregio dissimulatore, spregiudicato e spietato. Ha avuto molto collaboratori formidabili, la più importante di tutti è sua moglie, Teodora, bellissima figlia di un circense che allevava orsi, morto prematuramente. La ragazza si era trovata a praticare il mestiere di ballerina e attrice per mantenersi. Dopo alcuni matrimoni di lei, Giustiniano la conosce e se ne innamora. Una legge vietava i matrimoni fra uomini dell’alta società e donne di bassa borgata, ma è un problema mellifluo per Giustiniano che la fa togliere da suo zio. Lei sposa la causa dell’impero, assumendo molto dignitosamente il suo ruolo. Secondo Procopio, Giustiniano e Teodora fingevano di sostenere fazioni diverse, così che queste si identificavano in una o nell’altra trovando sempre una forma di compromesso. Presto lanciano la seconda parte del progetto, la renovatio imperii, restaurazione dell’impero. si tratta di rinnovare in generale la cultura dell’impero romano e per farlo bisogna mettere mano al calderone delle leggi dell’impero. I giuristi del tempo seguivano lo ius civile, formato da una serie di editti emanati nel corso dei secoli dagli imperatori, spesso in contraddizione fra loro, e la rescripta, risposte degli imperatori ai magistrati delle province quando gli ponevano un problema. Nel 528 organizza un collegio di giuristi, capeggiato da Triboniano, il secondo maggior collaboratore di Giustiniano per riesaminare, riordinare e eliminare le contraddizioni e dare organicità allo ius.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email