Genius 13137 punti

Ampliamento degli organi di governo
Ad Atene non vi era solo la suddivisione del territorio secondo la legge di Clistene ma quest’ultimo istituì un nuovo organo di governo, il Consiglio dei Cinquecento, o boulé, composto da cinquanta rappresentanti per ciascuna tribù, scelti per sorteggi. Del resto, poiché nelle tribù prevalevano gli appartenenti alle classi meno abbienti, la riforma di Clistene garantì anche ai poveri la possibilità di ricoprire cariche pubbliche di governo e dunque un ruolo di rilievo nella vita politica.
Accanto al nuovo Consiglio continuava a esistere l’Areopago che però, dopo la riforma di Clistene, non ebbe più un ruolo decisivo nella politica cittadina, poiché fu sostituito da altri organismi: fra questi il più importante era sicuramente l’ecclesia, ossia l’Assemblea popolare alla quale avevano diritto di partecipare tutti i cittadini. Originariamente l’ecclesia si riuniva solo dieci volte all’anno e teneva le sue riunioni nell’agorà; a partire dal secolo V a.C., invece, le riunioni ebbero luogo sulla collina della Pnice, in un anfiteatro naturale che conteneva fino a 25.000 persone (con 18.000 posti a sedere). Man mano che i suoi poteri crescevano, l’ecclesia iniziò a riunirsi con maggiore frequenza fino a raggiungere il numero di quaranta riunioni all’anno.
L’ecclesia aveva competenze in materia di politica estera, decideva della pace e della guerra, mandava e riceveva ambascerie, ratificava i trattati internazionali, nominava gli arconti e gli strateghi (cioè i comandanti militari), controllava il loro operato ed era titolare del potere giudiziario che pertanto spettava a tutto il popolo. Per evidenti ragioni peraltro i processi non si svolgevano, davanti all’intera Assemblea, ma all’Elièa, che giudicava divisa in tribunali (dikasteria); i membri di ogni tribunale erano estratti a sorte. Infine, all’ecclesia spettava il potere di stabilire regole di condotta vincolanti, espresso nella forma di legge (nomos) e di decreto (pséphisma).

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email