Video appunto: 4 ragioni che spingono i popoli a dotarsi di un governo centrale

Le 4 ragioni che spingono i popoli numerosi a dotarsi di un governo centrale



1. La possibilità di conflitti tra estranei aumenta all’aumentare della popolazione. Mentre nelle bande/tribù tutti erano parenti e le controversie si risolvevano semplicemente, quando gli individui sono troppi non esistono più legami di parentela fra tutti, e quindi è necessario l’intervento delle autorità centrali per risolvere i conflitti
2.
In presenza di molti soggetti diventa difficile prendere decisioni comuni. Quindi diventa utile un governo centrale in grado di prendere decisioni efficienti
3.Le grandi società funzionano bene solo in presenza di un’economia redistributiva, in cui i beni all’eccesso di un individuo vengono trasferiti all’autorità centrale.
4.Le società più complesse non sono solo più numerose ma hanno anche maggiori densità di popolazione, quindi realtà geografiche complesse hanno bisogno di organizzazioni complesse.

In breve: la risoluzione dei conflitti, i processi decisionali, l’economia, lo spazio a disposizione, sono i fattori che spingono le società numerose a darsi delle autorità di governo centrali. Essi danno la possibilità a chi ha il potere di “ricompensare” sè stesso e la propria famiglia, e quindi nascono le elite.
Gli Stati si aggregano sotto la minaccia di forze esterne e per conquista militare. Abbiamo detto che la nascita degli stati è legata all’aumento della popolazione, quindi dobbiamo capire il legame tra questo fenomeno e le guerre. Perché i conflitti dovrebbero causare la formazione di unità politiche più ampie solo in presenza di popolazioni numerose? La risposta sta nei destini degli sconfitti che possono essere 2:
1.Con densità di popolazione basse, chi perde la guerra si sposta lontano dei nemici.
2.Nelle regioni occupate da tribù sedentarie, dove la densità è più alta, gli sconfitti non possono scappare altrove perché non rimangono aree non occupate. In questo tipo di società però non c’è spazio per gli schiavi e non c’è abbastanza ricchezza da ricevere come tributo. Perciò i vincitori uccidono gli sconfitti, sposano le donne e occupano il territorio.