Sapiens Sapiens 11890 punti

Le sette: genitori e figli


In genere, i genitori si preoccupano dei molteplici aspetti della crescita dei figli: badano alla loro salute fisica ed emotiva, all'alimentazione, alla loro continuità nell'impegno scolastico ecc. Tuttavia, si è osservato che certi gruppi settari prediligono reclutare i propri affiliati soprattutto tra i giovani, che vi si accostano con adesione acritica e incondizionata. Un comportamento alquanto diffuso tra i genitori è quello di sottovalutare i rischi basandosi sulla convinzione che il figlio è un ragazzo senza grilli per la testa, e che il suo ambiente familiare è tranquillo. Sarebbe invece il caso di chiedersi se il figlio vive in un ambiente in cui non è libero di prendere decisioni o di esprimere la sua insoddisfazione; oppure se il figlio si adegua apparentemente al modo di vivere della famiglia, ma dentro di sé non lo condivide. E ancora se è stressato perché ritiene di non avere il controllo sulla sua vita. Se teme che una qualsiasi espressione di dissenso da parte sua venga interpretata dai genitori come aperta ribellione e così via. Purtroppo i giovani stressati sono particolarmente esposti alla seduzione di chi vende "felicità" a basso prezzo. Quindi, i giovani (e i giovanissimi) devono essere informati per riconoscere tempestivamente le tecniche di reclutamento attuate da gruppi: settari. E necessario imparare a diffidare di chi si mostra eccessivamente amichevole fin dal primo incontro con loro: un'autentica amicizia richiede tempo per manifestarsi.
Hai bisogno di aiuto in Sociologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze