MiK194 di MiK194
Habilis 2838 punti

L'evoluzione della famiglia

Nel mondo occidentale la famiglia resta un elemento di fondamentale importanza nell'ambito della società nonostante le trasformazioni che ha conosciuto e ciò per tre motivi principali:
- la famiglia è l’area all’interno della quale vengono soddisfatti i bisogni primari;
- la famiglia è il nucleo in cui si riproduce il sistema sociale;
- la famiglia è il luogo dove vengono trasmessi i valori di base della convivenza civile.

Nel corso del Novecento, l’Occidente ha potuto conoscere tre forme di organizzazione familiare:
- la famiglia estesa o patriarcale;
- la famiglia nucleare;
- le nuove famiglie.
La famiglia estesa è composta da diversi parenti o da più nuclei coniugali. All’interno di questa famiglia si svolgono attività produttive legate essenzialmente all’agricoltura e all’artigianato.

La famiglia estesa è anche detta patriarcale poiché spesso è guidata dal "patriarca" che si identifica con il componente più anziano della famiglia stessa.
La famiglia nucleare è composta dal nucleo essenziale, ovvero genitori e figli. All’interno di questa famiglia si svolgono poche attività, infatti, l’istruzione, le attività produttive e i consumi si svolgono principalmente fuori dall’ambito familiare. Per questo motivo si afferma che l’organizzazione della famiglia nucleare è "depotenziata" rispetto a quella della famiglia patriarcale.

Le cosiddette nuove famiglie si sono conosciute dagli anni Settanta. L’aggettivo nuove indica proprio la novità legata all’utilizzo del sostantivo famiglia; infatti, oggi la famiglia assume molteplici configurazioni: famiglie con un solo genitore, famiglie ricostruite, famiglie unipersonali e famiglie di fatto.

Hai bisogno di aiuto in Sociologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email