Ominide 4958 punti

Disuguaglianze economiche


I successi hanno un prezzo che consiste nell’incremento delle disuguaglianze, il che significa che i ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri. Instabilità finanziaria, precarietà del lavoro questi due ultimi aspetti in particolare pesano sulle spalle delle nuove generazioni. Sembrano rappresentare il modello verso cui si orientano i paesi industrializzati l’orientamento, il modo di agire e pensare dei paesi ricchi sembra essere questo modello, questo tipo di interdipendenze che si configurano come dei rapporti di tipo asimmetrico.In conclusione possiamo dire che alcune classi dominanti in determinati Stati, che hanno il potere concreto in mano, fanno delle scelte in base alle quali stanno bene loro e coloro che li servono. Tutto questo sistema operativo comporta dei costi, che sono a carico di coloro che non sono in grado di capire, perché vengono lasciati vivere nell’ignoranza. Infatti queste categorie più deboli non hanno forze e conoscenze tali da potersi organizzare e difendersi democraticamente. Adam Smith fu un grande intellettuale ed economista e può essere celebrato come il padre fondatore del capitalismo, cioè un ideologo, un intellettuale al servizio del capitalismo, l’alta borghesia. Egli dice che in ogni società gli individui interagiscono, dando luogo ad un ordine sociale. Ciò si riflette soprattutto all'interno del contesto sociale odierno.
Hai bisogno di aiuto in Sociologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email