Neoclassicismo


Le scoperte di Ercolano e Pompei destarono interesse per il mondo greco e romano e per le sua cultura, le forme equilibrate e lineari vennero prese a modello in architettura, pittura, musica e letteratura. Si chiamò Neoclassicismo e venne contrapposto al Barocco. Le principali opere di architettura neoclassica sono l'arco della pace a Milano e la grande madre di dio a Torino. Il più importante pittore furono Jacques-Louis David, il personale pittore di Napoleone. Nel campo della scultura eccelse Antonio Canova che raffigurò la bellezza femminile. Nella musica si ricordano Mozart, Haydn e Beethoven che crearono opere lineari e simili, anche grazie alla diffusione dell'uso del pianoforte. In quel periodo si cerca equilibrio tra la musica e il testo, entrambi ugualmente importanti. Anche le opere letterarie si ispirarono all'antica Grecia con un sentimento nostalgico abbinato ad una dolcezza non indifferente. I maggiori rappresentanti furono Vincenzo Monti, Ippolito Pindemonte e Ugo Foscolo. Il classicismo di Foscolo espresse la sua delusione rifugiandosi nella poesia che era un'illusione capace di allontanarlo dalla realtà. Anche gli abiti, i mobili e le acconciature seguirono le influenze e presero il nome di stile Impero che dominò soprattutto in Francia, rappresentando lo splendore di Napoleone. I mobili erano ornati da bronzo dorato e le colonne da capitelli. L'indumento principale femminile arrivava alle caviglie, era a vita alta sorretto da una cintura sotto il seno. Le braccia erano nude e i capelli venivano acconciati in acconciature piene di boccoli.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email