Ominide 4876 punti

Pietro Antonio Domenico Bonaventura Trapassi, in arte Pietro Metastasio fu il più grande e il più noto rimatore dell'Accademia dell'Arcadia, che pose fine agli sfarzi e agli eccessi del gusto barocco.
Egli riprende l'idea che il melodramma sia la riproduzione dell'antica tragedia greca, la cui peculiarità era la catarsi.
Metastasio ritiene che il melodramma sia moderno; per questo motivo non deve essere troppo legato alle regole aristoteliche.
Quindi in sintesi il teatro di Metastasio:

  • Interpreta liberamente queste regole
    introduce il lieto fine
    interpreta in senso melodrammatico il concetto di catarsi (che letteralmente significa "liberazione")
Il gusto artistico e letterario melodrammatico è un gusto che:
  • respinge gli estremi della tragedia e della commedia
    respinge e rifiuta lo scontro drammatico di passioni violente
    tende a sfumare le passioni violente in patetici lamenti
    tende ad elevare le vicende quotidiane in un mondo decoroso e classicamente atteggiato
Il dramma di Metastasio in sostanza non è mai un dramma.
I suoi personaggi, infatti, non hanno più nulla della loro antica origine eroica; i contrasti tra passione e dovere, ragione e sentimento, non sono mai veri contrasti e dicotomie, non raggiungono mai la grande sfera dei grandi scontri ideali e morali.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità