Illuminismo, eventi importanti:
- Fine della dominazione spagnola in Italia
- L’Austria perde i regni di Napoli e della Sicilia
- Scompaiono le dinastie dei medici in Toscana e dei farnesi a Parma.
- 1748: trattato di Aquisgrana (l’Austria conserva lo stato di Milano ma concede un ingrandimento territoriale al regno di Sardegna dominato dai Savoia.

Dispotismo illuminato: si sviluppa tra il 1740 e il 1780: i sovrani, affiancati da filosofi illuminati, limitano il loro potere assoluto e realizzano riforme democratiche. Un esempio di questo tipo è Maria Teresa d’Austria.

Il ‘700 è un secolo di grandi rivoluzioni che mirano a abolire la suddivisione della società per ceti, eliminare i privilegi dei nobili e sostenere i diritti inalienabili dell’uomo.

L’illuminismo rappresenta “l’uscita dell’uomo dallo stato di minorità che egli deve imputare a sé stesso” (Kant)

I filosofi del ‘700 si impegnano nella diffusione del sapere, tanto che Diderot e D’Alambert racchiudono il sapere del tempo nella prima enciclopedia o dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri.

Per essere felice l’uomo deve essere libero, perciò i filosofi rivendicano l’autonomia dell’individuo.
La ragione è l’unico criterio per vagliare ogni ambito della vita; anche la religione deve essere razionale. I filosofi si possono inserire nella corrente del deismo, secondo cui Dio è un ente supremo, causa e ordinatore del mondo, quindi fondamento della legge morale naturale.
Questo Dio non appartiene a una concezione religiosa e viene riconosciuto per ragione, non per fede, cioè un’entità razionale che ha creato questo mondo secondo un ordine, esistono cause ed effetti. Il progresso è un processo che si può realizzare soltanto se guidato dalla ragione.
(Cesare Beccaria, autore del saggio dei delitti e delle pene l’autore tocca i principali aspetti del sistema penale, dalle pene alla tortura, dal furto all’omicidio, dall’interrogatorio alla prescrizione. La tortura non è giustificabile e non ha senso in un processo penale; al contrario può soltanto assodare la maggior o minor resistenza al dolore, rispetto all’evidenza o meno di una colpa. La tortura è considerata una pratica “degna di un cannibale”)

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email