Ominide 3185 punti

L’enciclopedia


L’illuminismo francese trova la sua più completa espressione culturale nella monumentale Enciclopedia o Dizionario ragionato delle scienze e delle arti. Alla realizzazione del progetto parteciparono Jean-Baptiste D’Alembert, Denis Diderot, Voltaire, Montesquieu e Rousseau. L’opera ha come obiettivo quello di inventare la globalità delle conoscenze del tempo, organizzate come le voci di un dizionario. Sul piano politico e sociale l’Enciclopedia fu infatti una vera e propria macchina da guerra perché portava avanti i valori di libertà, uguaglianza e tolleranza contro i privilegi, l’oppressione e i dogmatismi dell’antico regime. Nonostante la mole e il prezzo, L’Enciclopedia ottenne immediato e vasto successo.

Peccato e reato

Nel periodo precedente all’illuminismo non vi era una concezione distinta di peccato e reato. Durante il XVIII secolo si sviluppa una distinzione tra il peccato e reato: un peccato è legato ad una mancanza che riguarda il mondo religioso (valore morale); un reato è invece una mancanza che ha a che fare con il mondo politico, quello dello stato.
Durante il settecento nascono i prima Caffè: nasce una diffusione del sapere più incentivata e comprensibile per tutti. Prima la conoscenza era limitata solo a “pochi privilegiati” mentre durante questo periodo chiunque può accedere al sapere perché esso viene divulgato in modo che tutti possano accedervi.
Durante il settecento si sviluppano diverse accademie: quella dei trasformati che volevano ottenere il progresso in maniera moderata e quella dei pugni che, come sottintende il nome stesso, voleva trasformare le cose in modo aggressivo e precipitoso.
La maggior parte dei periodici italiani pubblicati durante questo periodo furono scritti in modo meno complesso così da essere più facilmente accessibile per tutti.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email