Girano video hot: subito su tutti gli smartphone

Margherita Paolini
Di Margherita Paolini

un video hard girato da tre minorenni fa il giro dei telfonini dei compaesani

La moda di inviarsi immagini e video dai contenuti piccanti impazza da tempo tra i giovani. Ma nella storia di oggi le intenzioni, a quanto pare, dei registi, nonché attori protagonisti del filmato dello scandalo erano diverse. Tre minorenni di Fabriano, in provincia di Ancona, girano un video hot che subito li mette sotto gli occhi di tantissimi concittadini. Infatti quel video inizia stranamente a circolare di smartphone in smartphone, probabilmente partito da uno di quelli dei ragazzi interessati. L’intervento delle forze dell’ordine si è reso così necessario affinché la circolazione di quelle immagini compromettenti venisse bloccata.

IL VIDEO HARD

- La storia è iniziata l’estate scorsa, quando i tre minori, una ragazza e due ragazzi hanno deciso di immortalarsi mentre si accoppiavano distesi su una coperta all’aperto, sullo sfondo bucolico di un paesaggio verde con tanto di fiume. Il video porno non avrebbe mai dovuto essere messo in rete.

LA DIVULGAZIONE DEL FILMATO

- Ma evidentemente i fatti hanno imboccato una direzione ben diversa dalle intenzioni iniziali dei tre ragazzi. Infatti, quella scena sarebbe poi stata inviata da uno dei loro smartphone, presumibilmente tramite WhatsApp, ad un amico. Da quel momento in poi la divulgazione di quel filmato non avrebbe incontrato più ostacoli, e al contrario contagiato molti telefonini di ultima generazione dei compaesani dei tre giovani le cui identità sono rimaste, così, tutt’altro che nascoste.

L’INTERVENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE

- A quel punto, per limitare gli effetti del danno, sono dovute intervenire le forze dell’ordine che hanno dato il preciso compito agli operatori scolastici e agli insegnanti di impegnarsi a bloccare la diffusione di quel video prendendo seri provvedimenti. Così nelle scuole di Fabriano è partita la circolare con il divieto di diffondere video privati a maggior ragione se riguardanti minori. Ma i prof non si sono limitati al monito e al contrario sono passati ai fatti controllando i cellulari degli studenti, uno per uno, ricordando a quest’ultimi l’esistenza di gravi sanzioni per chiunque avesse fatto girare il filmato che violasse la privacy. Ora resta da appurare se tutti e tre i protagonisti della vicenda fossero a conoscenza del video - vale a dire se sapessero tutti e tre di essere immortalati - e poi bisognerà capire chi abbia innescato la circolazione dello stesso.
E tu hai mai fatto girare un video altrui contenente immagini private?

Margherita Paolini

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta