Interrogazioni, gli studenti non le evitano

interrogazioni evitarle o affrontarle

Interrogazioni, l'incubo di ogni studente, il buco nero della scuola, ciò che i ragazzi più temono...o almeno così era fino a qualche tempo fa. Voi ragazzi di oggi, infatti, non temete le interrogazioni e le affrontate a testa alta. Una notevole differenza rispetto alle precedenti generazioni di studenti che inventavano qualsiasi cosa pur di saltare scuola! Secondo il sondaggio di Skuola.net, la maggioranza degli studenti non è intenzionata a trovare scuse per evitare le interrogazioni e le verifiche. Eppure c'è ancora chi cerca di rendere la scuola inagibile per saltare giorni di lezione: recentemente alcuni istituti sono rimasti chiusi perché le aule erano cosparse di creolina, o perché sono stati fatti scoppiare fumogeni, o perché qualcuno ha spruzzato intere boccette di spray al peperoncino. Ma non serve diventare dei teppisti per poter evitare le interrogazioni, quando è il caso: basta escogitare qualche stratagemma senza dare nell'occhio. E tu che ne pensi? Rispondi al sondaggio, oppure segui la Skuola|tv di martedì prossimo, 29 ottobre e di' la tua: parleremo con gli ospiti in studio di come affrontare, e se necessario, evitare le interrogazioni pur uscendone puliti e non rischiare note o 5 in condotta!

TUTTI SANTI (E QUALCHE DIAVOLO) A SCUOLA - Incredibile ma vero, i ragazzi che hanno risposto al sondaggio di Skuola.net sulle interrogazioni, hanno risposto che non vogliono evitarle intenzionalmente. Ben il 38,4% sostiene che non sia un comportamento corretto, e un altro 44%, pentito, ammette di aver trovato una scusa per non affrontare interrogazioni e verifiche in passato, ma che non ripeterà il comportamento nel futuro. Commenta Karina4ever "A me è capitato, avevo una paura cane ma non lo farò più, giuro!". I santarellini della scuola sono in tanti, ma non manca chi, per saltare un compito in classe o un'interrogazione, è disposto ad inventarsi qualsiasi scusa: si tratta del 17% di voi. In alcune scuole italiane, ultimamente ci sono stati addirittura blitz con spargimenti di creolina, di spray al peperoncino, di fumogeni pur di non fare lezione e, forse, saltare un compito. Ma non è necessario diventare vandali per vivere tranquilli...

AFFRONTARE CON SICUREZZA - Attenzione: i "santi", cioè coloro che affrontano a testa alta le interrogazioni, non sono martiri né vittime sacrificali. Anche loro hanno i loro assi nella manica, di cui una buona percentuale è la preparazione, ma un'altra forte componente è anche la sicurezza. La sicurezza però si costruisce: ad esempio, cercando di pilotare le interrogazioni, sostenendole quando si è preparati, anziché evitarle o affidarsi al caso. Questo è lo stratagemma dei "volontari". Questi furbacchioni, oltre a dettare i propri tempi sulle interrogazioni, riducendo di molto l'ansia dell'imprevisto e le possibili insufficienze, sono anche molto amati dal resto della classe: facendo così contenti loro, i professori e i propri compagni, prendono molti piccioni con una fava.

EVITARE CON ASTUZIA - Bandiamo gli spray, i fumogeni e la creolina. E anche i classici "bigattini" o gli allagamenti: vogliamo evitare un'insufficienza, non beccarci una denuncia! In più, bisogna mettersi l'anima in pace, perché prima o poi le interrogazioni vanno affrontate. Ma non necessariamente vanno affrontate proprio quando un brutto voto è assicurato. I "diavoli", cioè i disertori delle interrogazioni, possono evitare le verifiche, ma devono farlo con astuzia: in poche parole, non devono assolutamente dare nell'occhio. Altrimenti sarà facile avere l'attenzione dei prof e dei compagni puntata contro, ed ogni sforzo sarà stato inutile. Se volete quindi darvi alla macchia durante le interrogazioni, fatelo con la faccia d'angelo anche se, dentro, sapete di essere l'opposto. Ad esempio, usate abbondantemente le giustificazioni, ma non tutte nello stesso periodo. Se volete saltare la scuola, trovate delle attività ben viste dai prof, più che assentarvi. Che ne dite di partecipare ad un torneo sportivo, o organizzare gite, o darvi alla politica o al volontariato attraverso iniziative scolastiche? Tutto fa brodo!


E TU COME VIVI L'INTERROGAZIONE? - E tu sei diavolo o santo? Dì la tua partecipando al sondaggio, o commentando la news: martedì prossimo parleremo di questo argomento con i nostri ospiti della Skuola|tv e vogliamo sentire la vostra opinione. Per interagire con la videochat vi basterà twittare con l'hashtag #skuolanet, o mandarci un "piccione" dall'apposito box sulla pagina della Skuola|tv, oppure commentare attraverso la chat. Troveremo insieme i migliori modi per affrontare le interrogazioni e per evitarle quando serve, senza andare incontro a brutti voti e bocciature!

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta