Pausa studio? Più efficace con caffé e sonnellino

manliogrossi
Di manliogrossi

caffé e sonnellino

Tanti ragazzi passeranno l'estate a studiare: chi per recuperare il debito scolastico a settembre, chi per preparare gli esami universitari, chi per superare i test di ingresso. E che fatica rimanere concentrati e attenti nei caldi pomeriggi d'estate! Se anche tu sei in una di queste situazioni, tranquillo perchè Skuola.net ha scovato una curiosità niente male che arriva direttamente dall'Inghilterra e che faciliterà il tuo studio! Scopri di cosa si tratta!

Il rimedio contro il sonno

Un riposino, dai 15 ai 20 minuti, dopo aver bevuto del caffè, è la mossa vincente per combattere stanchezza e voglia di dormire. Dietro questo accostamento, apparentemente bizzarro, si nasconde una spiegazione molto valida a cui sono arrivati alcuni scienziati dell’Università di Loughboroughdopo un esperimento. Mettendo alla guida alcune persone private dal sonno, gli scienziati hanno notato che il solo modo per stimolare la loro prontezza era la formula ‘caffè + pisolino’. Perché? Semplice, la caffeina impiega circa 20 minuti per arrivare al cervello, dopo aver attraversato il tratto gastro-intestinale ed esser entrata nel flusso sanguigno. Se in questo lasso di tempo ci si addormenta, il cervello non può che giovarne!

Non superare i 20 minuti

Occhio però a non approfittare del pisolino, la sua durata deve essere inferiore ai 20 minuti. Se superi questo tempo infatti, sarà poi più difficile riprenderti e affrontare la tua giornata di studio: la materia grigia potrebbe impiegare anche mezz’ora per riattivarsi completamente. Se proverai questa formula, studiare sarà certamente più facile e anche meno stressante!
Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta